Mialy

Mialy
Antananarivo, Madagascar
Cashmere

Tsimbazaza è il quartiere vecchio, arroccato sulle colline della capitale. Mialy ha iniziato da giovanissima a lavorare nella zona franca, nella produzione di manufatti in cashmere. In quel contesto viene completamente meno la tutela dei lavoratori e, come è successo a lei, in caso di gravidanza le ragazze vengono licenziate. Oggi Mialy ha un laboratorio tutto suo dove continua a lavorare il cashmere.

i suoi prodotti

La Storia

Il cashmere viene importato dalla Mongolia già filato, generalmente in Madagascar viene lavorato da grosse industrie della zona franca della capitale, che di fatto è una zona extraterritoriale, e quindi non soggette alla legislazione del paese, dove aziende terziste producono a basso costo prodotti per il mercato occidentale. Fino a poco tempo fa Mialy vendeva la maggior parte dei propri prodotti sul mercato locale, soprattutto a stranieri residenti. Oggi sono in sei a lavorare nell’atelier di Mialy, anche grazie al commercio equo che riesce a garantire continuità di ordini a lei e alle sue collaboratrici. Il cashmere viene lavorato con macchine semi-manuali nel suo atelier di Tsimbazaza.

Il cashmere

Il Cashmere, fino a pochi anni fa, era un materiale completamente sconosciuto nell’isola.

Scopri di più

Completa l'iscrizione

Complete Subscription

ESTHETHIQUE NEWS

member of

Copyright © 2017
Ravinala Società Cooperativa Sociale - Via Ritorni, 3 Reggio nell'Emilia RE - C.F. 01318270350 - P.IVA 01318270350 - Numero Rea: RE 176665 - Capitale Sociale: Euro 68.184.38 i.v.

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato!


OTTIENI IL
10% DI SCONTO

sul tuo prossimo acquisto